Depurazione e forgnatura: deliberazione n.3/2009 Corte dei Conti Molise

Su rimborso della quota di depurazione per servizio inattivo o inesistente, la Corte dei Conti Molise dichiara che l’utente può chiedere la restituzione trattandosi di indebito oggettivo soggetto alla prescrizione ordinaria (10 anni) decorrente dalla data della sentenza della Corte Costituzionale (10 ottobre 2008).

E’ necessaria un’espressa richiesta dell’interessato, trattandosi di indebito oggettivo con l’onere delle prova dell’avvenuto pagamento a carico del richiedente (art 2033 cc)

L’ente non può autonomamente procedere alla restituzione. Sono dovuti solo gli interessi legali (debito di valuta) e non anche la rivalutazione monetaria che si applica per il risarcimento da illecito non ipotizzabile nella fattispecie in quanto le somme nel momento in cui sono state riscosse erano dovute per legge.

L’eventuale rimborso deve comprendere anche l’IVA e l’addizionale provinciale che è stata versata all’ATO, salva la possibilità per l’ente di chiederne a sua volta la restituzione.

Detta interpretazione va letta in combinato disposto con l’art 8 sexies legge 27 febbraio 2009, n.13 (pubblicata su GU n. 49 del 28 febbraio 2008) di conversione del DL 30 dicembre 2008, n. 208 recante misure straordinarie in materia di risorse idriche ove è previsto che i Gestori del SII ( anche gli Enti Locali gestori in via diretta) provvedono anche in forma rateizzata, entro il termine massimo di 5 anni, a decorrere dal 1° ottobre 2009, alla restituzione. Dall’importo da restituire vanno dedotti gli oneri derivati da attività di progettazione, di realizzazione o di completamento avviate.

L’importo da restituire è individuato entro 120 giorni dalle rispettive Autorità d’Ambito (o EELL) a partire dal 28 febbraio 2009.

Entro 2 mesi il Ministro dell’Ambiente su proposta del COVIRI stabilisce con propri decreti i criteri e parametri per l’attuazione e le informazioni minime che devono essere periodicamente fornite agli utenti e le forme di pubblicità, inclusa l’indicazione in bolletta ( tra cui consuntivo delle spese già sostenute e preventivo spese da sostenere, e tempi di realizzazione)

Il Coviri provvede al controllo e monitoraggio sul corretto adempimento degli obblighi informativi e, in caso di inadempienze, si applicano gli art 152, commi 2 e 3 del Dlgs 152/2006 (Codice Ambiente)

Depurazione e forgnatura: deliberazione n.3/2009 Corte dei Conti Moliseultima modifica: 2009-03-13T16:36:04+01:00da luigigabriele
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento