ACEA ATO 5 E LE MAGGIORI ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI ADOTTANO IL PROTOCOLLO PER L’ADOZIONE DELLA CONCILIAZIONE PARITETICA

ACEA ATO 5 E LE MAGGIORI ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI ADOTTANO IL PROTOCOLLO PER L’ADOZIONE DELLA CONCILIAZIONE PARITETICA

Che cos’è?
La conciliazione paritetica è una procedura volontaria per risolvere bonariamente, con la mediazione dei conciliatori, una controversia che vede coinvolti il Cliente e la Società Acea Ato 5.

Chi sono i conciliatori?
I conciliatori sono due persone, una incaricata dall’Associazione di tutela dei consumatori e utenti scelta dal Cliente, l’altra incaricata dall’Azienda, per tentare di raggiungere un accordo soddisfacente per entrambe le parti.

Quali sono i temi su cui si può conciliare?
Gli aspetti controversi per i quali è possibile presentare domanda di conciliazione sono:

* Ricostruzione dei consumi da accertato malfunzionamento del contatore;
* Fatture a calcolo con importi anomali rispetto a quelli medi del periodo, non dovuti a conguagli;
* Sospensione della fornitura per contestata morosità del cliente.

Ci sono costi?
No. La procedura per il cliente è assolutamente gratuita.

Come e da quando funziona?
Per avviare la procedura di conciliazione è necessario che il Cliente abbia in precedenza inoltrato un reclamo scritto, al quale la Società entro 30 giorni lavorativi dalla sua presentazione non abbia dato risposta o questa sia motivatamente ritenuta insoddisfacente dal Cliente. In tali casi, il cliente può presentare domanda alla Segreteria di conciliazione assistito eventualmente dall’Associazione consumeristica prescelta, che interverrà in sua rappresentanza. La procedura è attiva per i reclami presentati a partire dal 01/11/2009

L’esito della conciliazione
Nel caso di soluzione positiva della controversia, il Cliente e la Società sottoscrivono il verbale di conclusione della conciliazione che avrà efficacia di accordo transattivo (ai sensi del 1965 c.c.).

Perché è utile?
La conciliazione garantisce:

* rapidità e tempi certi nel tentativo di individuare una soluzione;
* rappresentanza adeguata degli interessi coinvolti;
* libertà per il Cliente di accettare o meno la proposta di soluzione individuata dai conciliatori;
* sospensione delle iniziative di autotutela da parte di Acea Ato 5 nel corso dell’intera procedura.

Il conciliatore ufficiale per l’associazione consumatori CODICI in provincia di Frosinone è il sig. Pietro Altobelli rintracciabile ai seguenti recapiti:
codici.lazio@codici.org, oppure 333 1660587, in alternativa recarsi presso le delegazioni di SORA, Ceprano,FIUGGI,CASTELLIRI, ISOLA DEL LIRI, FROSINONE previo appuntamento (gli indirizzi sono pubblicati presso il sito www.codici.org,), dove potranno esporre le loro problematiche e valutare se sono oggetto di conciliazione.

Il sito internet dove poter scaricare la modulistica e accedere a tutte le informazioni è:
http://www.aceaato5.it/ViewCategory.aspx?catid=53750a44f20443f1a77f294075178d3c

Dott.Luigi Gabriele
Segretario provinciale Frosinone e Responsabile nazioanle rapporti istituzionali CODICI Onlus
Associazione consumatori iscritta al CNCU del Ministero delle attività produttive
tel. 06 55301808 / fax 06655307081
cell. 347 3638413
e-mail. codici.lazio@codici.org

 

Dott.Luigi Gabriele

Responsabile rapporti istituzionali CODICI Onlus

Associazione consumatori iscritta al CNCU del Ministero delle attività produttive

tel. 06 55301808 / fax 06655307081

cell. 347 3638413

e-mail. codici.lazio@codici.org

ACEA ATO 5 E LE MAGGIORI ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI ADOTTANO IL PROTOCOLLO PER L’ADOZIONE DELLA CONCILIAZIONE PARITETICAultima modifica: 2009-11-20T10:05:00+01:00da luigigabriele
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento