Codici incontra la direzione di Equitalia Frosinone

NOTA CODICI – EQUITALIA FROSINONE
Frosinone 06.05.2010
Numerose sono le vicende che ci vengono segnalate e che riguardano gli atti posti in essere da Equitalia vs il
“cittadino contribuente”, nella Provincia di Frosinone, vicende di vario genere e tutte di particolare rilevanza.
Molte piccole imprese o singoli cittadini sono costretti a chiudere le attività o far debiti mediante meccanismi
usurai per sanare i debiti cumulati, debiti richiesti e non sempre derivanti dai mancati pagamenti o da cause
riconducibili ai cittadini stessi.
Infatti sono innumerevoli i casi di tributi non dovuti che comunque gli enti richiedono attraverso il ricorso al
sistema di recupero del credito di Equitalia ,la quale ovviamente, giustifica la sua azione anche indebita dal
fatto che non è tenuta a controllare il credito per cui è mandataria di riscossione.
Da sottolineare che EG ha necessariamente l’onere ed il dovere di attenersi a tutte le disposizioni di legge e
non sempre tali atti di recupero vengono effettuati nel pieno adempimento degli obblighi stabiliti.
Infatti, nonostante gli sforzi compiuti a livello legislativo che hanno portato all’emanazione di disposizioni
adottate per permettere una maggiore e efficace trasparenza di tutta l’attività di riscossione, le disfunzioni da
parte di Equitalia continuano ad essere gravi.
Tra l’altro, nel caso specifico di Frosinone, la precedente amministrazione ha acuito i problemi e le anomalie
già in atto durante la gestione Banca di Roma.
Di vasta portata è l’invio delle cosiddette Cartelle Pazze, senza un adeguata e preventiva verifica della liceità
delle innumerevoli pretese tributarie e l’invio di Cartelle Esattoriali già pagate o direttamente dagli Enti
Impositori o dalla stessa Equitalia, senza che vi sia stata l’eliminazione di tali carichi dalle posizioni dei
contribuenti interessati.
L’ente persiste nel notificare carichi tributari ampiamente prescritti che costringono i contribuenti a perdite di
tempo e di denaro nel predisporre ricorsi, reclami ed autotutele, anche a fronte di tributi non dovuti.
Frequente è il ricorso spasmodico agli istituti dell’Ipoteca Legale e del Fermo Amm.vo (c.d. ganasce fiscali),
che , tra l’altro, essendo Misure Cautelari, si abbattono in modo improvviso su contribuenti ignari, non
ritenendo necessario alcun tipo di comunicazione preventiva, asserendo (da parte di Equitalia) che tali
misure, non essendo “esecutive” non necessitano di alcun preavviso.
Il servizio, in provincia di Frosinone, stante l’accentramento degli uffici nel capoluogo, lascia bacini di
utenza, importanti e numericamente rilevanti, senza alcun tipo di servizio nonostante le recenti aperture di
altri sportelli territoriali.
E’ evidente, inoltre l’assoluta mancanza di risposte a quesiti e richieste formulate, e ciò alla luce di tutte
quelle disposizioni relative alla trasparenza degli atti amm.vi.
La sentenza della Corte Costituzionale 377/2007, ha stabilito la necessaria indicazione del “responsabile del
Procedimento” sulle cartelle esattoriali notificate. A Frosinone, fino alla metà del 2008 ciò non è avvenuto,
in quanto, in violazione alle disposizioni di questa sentenza, si è continuato a notificare cartelle senza
indicazione del responsabile solo perché una direttiva della stessa Equitalia (228 del 17/01/2008) aveva
stabilito che tali cartelle dovevano ritenersi comunque valide. Due sentenze della CTP di Bari e della CTP di
Lecce hanno contraddetto tale impostazione statuendo la conseguente nullità.
Attualmente, come si evince dalle notizie di stampa, numerosi autovelox collocati in più parte della provincia
sono stati dichiarati fuori norma dalla prefettura, adesso si pone quindi il problema dell’annullamento anche
delle relative richieste di pagamento e delle successive cartelle di imposizione anch’esse non più legittime.
Altre singole e specifiche situazioni poste in essere senza la dovuta tutela dei contribuenti.
– errori di notifica;
– inconcepibili notifiche “per compiuta giacenza” mancanti di qualsivoglia accertamento presso i
comuni;
– palleggio di responsabilità tra Enti Impositori e Equitalia a danno dei diritti del contribuente;
– accade sovente, dopo la regolarizzazioni di cartelle esattoriali, che l’ente rinvii di nuovo al
contribuente la notifica delle medesime;
– cartelle esattoriali fuori controllo contabile, ad un cittadino è accaduto la notifica di una cartella di
28.000,00€ a seguito dei controlli del suo consulente è risultato che invece che il credito
effettivamente esigibile era solo 3600,00€;
– uso spasmodico dell’ipoteca immobiliare che persiste anche per crediti al di sotto degli 8000 €.”Per i
debiti fino agli 8.000 euro dei consumatori nei confronti dello Stato, Equitalia non deve più
procedere all’iscrizione ipotecaria. Lo stabilisce la legge e lo ribadisce una sentenza delle Sezioni
Unite della Suprema Corte Equitalia, però, avvalendosi di un parere pro-veritate, l’Ente continua a
provvedere all’iscrizione ipotecaria, salvo poi chiedere al contribuente il rimborso spese e per
l’iscrizione e per l’eventuale cancellazione”;
– Per le ipoteche già iscritte in precedenza e non effettivamente regolari chi estingue le spese di
trascrizione e di registrazione se il contribuente non ha colpa e l’ente ha sbagliato ad effettuare
l’iscrizione?
– lungaggini e difficoltà nella cancellazione delle ipoteche e dei fermi amministrativi;
– per tributi INPS e INAIL sanati e non ancora registrati tra l’ente riscossore e il creditore, si sta
verificando che le imprese soggette a DURC non riescono a ricevere i SAL o i pagamenti perchè non
possono ricevere il documento di regolarità contributiva in mancanza della cancellazione tempestiva
delle posizioni sanate.
– A Frosinone continuano le numerose code agli sportelli nonostante i servizi dedicati mediante i
sistemi on-line;
– Non vi sono tavoli di discussione aperti con le associazioni dei consumatori o con i rappresentati
delle categorie.

Materiale allegato

dove-come quando pagare- sgravi-rimborsi Gerit 15-10.ppt

Locandina estratto conto Gerit.ppt

posso ottenere la rateazione Gerit.ppt

Richiesta documentazione Gerit (3).docx

Codici incontra la direzione di Equitalia Frosinoneultima modifica: 2010-05-11T10:24:00+02:00da luigigabriele
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento