Associazione consumatori CODICI Sora: Sanità territoriale azzerata, gravi problemi con il trasporto pazienti

 

COMUNICATO STAMPA

Associazione consumatori CODICI

Sora: Sanità territoriale azzerata, gravi problemi con il trasporto pazienti, disagi nel pronto-soccorso e assoluta inadeguatezza della politica locale.

CODICI: invitiamo i cittadini Indignarsi contro i tagli ospedalieri e contro la politica degli spot

 

Dopo il nostro dossier ”Indigniamoci ci scippano la salute ”, presentato agli organi di stampa la scorsa settimana, un vespaio di polemiche si è alzato intorno al tema della sanità.

Per ciò che concerne l’area del sorano, come si può notare, gli Ospedali di Isola del Liri ed Arpino perdono tutti i loro posti letto, quello di Sora ne perde 31 su 231, determinando un grave ridimensionamento del sistema sanitario per l’area che ricordiamo si rivolge a quasi 120.000 utenti.

In particolare secondo il piano Polverini, l’Ospedale S.S. Trinità di Sora perde tutti i posti letto di: otorinolaringoiatria – oculistica- odontoiatria e stomatologia-urologia astanteria/breve osservazione/medicina d’urgenza-neonatologia; tagli confermati dalla recente visita del direttore Generale di Carlo Mirabella che testualmente dichiara: a Sora, numeri alla mano, si è dovuto prendere atto che – complessivamente – il numero dei posti letto resterà pressoché invariato(ricordiamo meno 31 posti di unità complessa ma, 12 posti di lungodegenza). Il decremento è previsto soprattutto nei posti di Day Surgery che saranno però compensati da una Day Surgery Polispecialistica ed indifferenziata nella quale potranno ruotare le diverse branche.


Si perdono posti di Oculistica, Neonatologia, Otorino, Urologia e Odontoiatria ma cresce la Lungodegenza, si avranno dei letti
“tecnici”(ciò sta ad indicare che l’osservazione breve che doveva avere 8 posti a disposizione è stata completamente cancellata, trasferendo il tutto a “Letti Tecnici”) aggiuntivi e nuovi locali che porranno fine ai disagi al Pronto Soccorso( sostanzialmente vi sarà l’utilizzo dei locali dell’osservazione breve ad uso Pronto soccorso.

Sempre secondo Mirabella, i  reparti che restano senza posti letto (questo vale tanto per Sora che per Cassino) continueranno la loro attività incrementando sia quella ambulatoriale che la Day Surgery e – per gli interventi più complessi – faranno riferimento ai Reparti di altri Ospedali che conservano i posti di degenza delle relative specialità(ciò significa che per le operazioni vere e proprie ci si dovrà recare in altri nosocomi).

Sostanzialmente l’ospedale di Sora(tranne la parte Oncologica) diventa un pronto-soccorso di trasferimento in altri nosocomi, e un posteggio per malati in cui non è possibile intervenire se non solo in forma di assistenza di base. Persino le nascite più complesse con gravi complicazioni non potranno più essere gestite.

E a tutto questo la politica locale come risponde? Che non è accaduto niente!

Assolutamente vergognoso se consideriamo che persino il sistema di trasporto pazienti è gravemente messo in discussione a causa di una concessione(tutta da chiarire) a un cooperativa che non garantisce la copertura integrale delle necessità e che, dalle segnalazioni che ci giungono, pare non avere nemmeno gli automezzi completamente a norma.

Ciò significa che per i cittadini di quest’area “a meno che non necessitino di semplici cure mediche da ottenere anche con il proprio medico di famiglia” per le cure più complesse o per le esigenze sanitarie più importanti, dovranno necessariamente recarsi altrove.

Indecoroso, se consideriamo gli stipendi da favola dei dirigenti ospedalieri, la media è 155.000 euro annui, e la numerosa presenza di politici locali all’interno del sistema sanitario. Solo nell’ambito del consiglio comunale sorano, su 20 consiglieri ben 7(quindi 1/3) lavorano direttamente o indirettamente presso l’ASL territoriale, e a livello generale, l’unica protesta della politica che si è fatta nell’ultimo periodo è stata quella sulla qualità dei pasti, senza dimenticare che i pasti dell’ospedale di Sora vengono organizzati da sempre all’interno di spazi dove confluiscono persino i defunti per raggiungere le sale dedicati alle operazioni di preparazione delle salme.

Dichiarazione di Luigi Gabriele—segretario provinciale CODICI—-

Non capisco perché le inefficienze dei dirigenti e l’abuso di infiltrazione della politica nel sistema sanitario, debbano essere pagate dagli utenti mediante l’incremento delle spese per prestazioni e dei costi per i disagi e per lo spostamento altrove. Comunico ufficialmente che interverremo duramente su tutti gli aspetti e sulle responsabilità amministrative e mediche per ogni danno cagionato nei confronti degli utenti, attivando sin da subito un osservatorio con legali a disposizione per garantire tutela legale gratuita nei confronti dei disagi che verranno. Comuichiamo agli utenti di rivolgersi a: codici.sora@codici.org; rif. ufficio legale: SANITA’ oppure al Web site: codicisora.myblog.it

 

Frosinone 24.03.2011

Luigi Gabriele

Segretario provinciale CODICI Frosinone

codici.lazio@codici.org

331 1954978


Associazione consumatori CODICI Sora: Sanità territoriale azzerata, gravi problemi con il trasporto pazientiultima modifica: 2011-03-24T14:43:00+01:00da luigigabriele
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento